Novità

Gestione semplificata delle terre e rocce da scavo

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Il Consiglio dei ministri, su proposta del Presidente Paolo Gentiloni e del Ministro dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare Gian Luca Galletti, ha approvato, in esame definitivo, un regolamento, da attuarsi mediante decreto del Presidente della Repubblica, che semplifica la disciplina di gestione delle terre e rocce da scavo, ai sensi dell'articolo 8 del decreto legge 12 settembre 2014, n.133, convertito, con modifiche, dalla legge 11 novembre 2014, n.164.

Nello specifico, il provvedimento definisce un quadro normativo di riferimento completo, chiaro e coerente con la disciplina nazionale e comunitaria, assorbendo in un testo unico le numerose disposizioni oggi vigenti che disciplinano la gestione e l'utilizzo delle terre e rocce da scavo.

Scadenze rifiuti 2017

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

MODELLO UNICO DI DICHIARAZIONE AMBIENTALE

Entro il 2 maggio bisogna come ogni anno provvedere ad inviare il MUD con l'indicazione dei rifiuti prodotti, i trasportatori e smaltitori utilizzati.

I soggetti obbligati a tale adempimento sono, secondo quanto indicato nel Decreto del Presidente del Consiglio del 27 dicembre 2014:

Novità formazione RSPP/ASPP

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Il 7 luglio 2016: l’Accordo tra Governo, Regioni e Province autonome di Trento e di Bolzano finalizzato alla individuazione della durata e dei contenuti minimi dei percorsi formativi per i responsabili e gli addetti dei servizi di prevenzione e protezione, ai sensi dell’articolo 32 del decreto legislativo 9 aprile 2008, n. 81 e successive modificazioni.

Vengono inoltre definite nuove possibilità per la formazione e-learning anche per la formazione specifica per i lavoratori.

 

Nuova edizione TU 81/08

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

 

​Disponibile il Decreto Legislativo 9 aprile 2008 n. 81 - noto come Testo Unico in materia di salute e sicurezza sul lavoro - coordinato con il Decreto Legislativo 3 agosto 2009 n. 106 e con i successivi ulteriori decreti integrativi e correttivi (aggiornato nell'edizione giugno 2016).

Novità in questa versione: 

  • Modifiche introdotte agli articoli 20, 28, 36, 37, 50, 222, 223, 227, 228, 229, 234 comma 1, 235, 236 comma 4, e agli allegati XV, XXIV, XXV sezione 3.2, XXVI sezioni 1 e 5 e XLII dal decreto legislativo 15 febbraio 2016, n. 39 (GU n.61 del 14/03/2016, in vigore dal 29/03/2016);

Nuovo TU Sistri

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Pubblicato in G.U  n.120 del 24/05/2016 il  DECRETO 30 marzo 2016, n. 78 Regolamento recante disposizioni relative al funzionamento e ottimizzazione del sistema di tracciabilita' dei rifiuti in attuazione dell'articolo 188-bis, comma 4-bis, del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152 - entrata in vigore il 08/06/2016.

Il decreto prevede delle modifiche all'attuale sistema Sistri, anche se demanda le maggiori modifiche, come le semplificazioni di trasmissione dati e allegerimento dei dispositivi oggi utilizzati (chiavette USB e Black box) ad altri futuri decreti.

Scarica il decreto

Dichiarazione F-gas

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Entro il 31 maggio è necessario provvedere alla compilazione della “Dichiarazione F-Gas” per tutte le apparecchiature/sistemi fissi di refrigerazione, condizionamento di aria, pompe di calore, protezione antincendio, contenenti 3 kg o più di gas fluorurati a effetto serra. Si segnala che è stato attivato il sistema on-line per la trasmissione della dichiarazione 2016, dati riferiti all'anno 2015. Per maggiori informazioni è possibile consultare il sito http://www.fgas.it

Certifica un evento

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

La norma UNI ISO 20121:2013 stabilisce i requisiti specifici per l’organizzazione di eventi che vogliono minimizzare i loro impatti sull’ambiente e sulle comunità e che rendano più forti le relazioni con gli stakeholders: autorità locali, fornitori, clienti, lavoratori e, naturalmente, con i partecipanti ed i fruitori dell’evento. Si tratta di una norma gestionale che necessita di un'analisi iniziale di significatività prendendo in considerazione non solo la dimensione ambientale, come la UNI EN ISO 14001, ma anche quella sociale ed economica dell'evento.

I requisiti portanti della norma sono:

Scadenze rifiuti

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

MODELLO UNICO DI DICHIARAZIONE AMBIENTALE

Entro il 30 aprile bisogna come ogni anno provvedere ad inviare il MUD con l'indicazione dei rifiuti prodotti, i trasportatori e smaltitori utilizzati.

I soggetti obbligati a tale adempimento sono, secondo quanto indicato nel Decreto del Presidente del Consiglio del 27 dicembre 2014:

  1. Comunicazione Rifiuti speciali
    • Chiunque effettua a titolo professionale attività di raccolta e trasporto di rifiuti;
    • Commercianti ed intermediari di rifiuti senza detenzione;
    • Imprese ed enti che effettuano operazioni di recupero e smaltimento dei rifiuti;

Pagina 1 di 2

Novità

  • MUD 2019
    01 Marzo 2019
    Sulla Gazzetta Ufficiale del 22 febbraio 2019 è stato pubblicato il D.P.C.M. 24 dicembre 2018&n...
  • Nuovo regolamento della privacy
    20 Aprile 2018
    L'entrata in vigore delle sanzioni del Regolamento europeo sulla privacy è fissata al 25 maggio 2018...
  • Nuove Linee guida INAIL per lo stress
    24 Ottobre 2017
    In sostituzione alla precendente linea guida per la valutazione dello stress da lavoro correlato del...

Sistemi di gestione

Un sistema qualità efficiente non basta!!! Se vuoi un sistema qualità efficacie sei nel posto giusto! Scopri come fare diventare migliore la tua azienda con un sistema di gestione ISO 9001.

Ambiente

Gestire gli aspetti ambientali di un'azienda non è sempre facile. Un buon sistema di gestione ambientale ti può aiutare, ma non finisce qui ci sono i rifiuti, la gestione energetica etc!

Sicurezza

Puoi decidere se farla diventare un'opportunità o un peso. La prima opzione è sicuramente la più vantaggiosa per te e per i tuoi lavoratori. Provaci e sarai soddisfatto del risultato, non solo in campo sicurezza
© 2016-2019 Georast - Tutti i diritti riservati